Hai accettato l'utilizzo dei cookie sul tuo dispositivo. Questa decisione può essere revocata.

Stemma

Secondo quanto riferisce l'Arditi, lo stemma di Sternatia raffigura un dragone inserito in un mappamondo stilizzato e simboleggia la forza. Oggi si possono ammirare due degli esemplari più antichi presenti in paese di cui, uno, datato 1608, è conservato in un corridoio del municipio di Sternatia , l'altro si trova incastonato nell'angolo di una casa in piazza Umberto I, un tempo chiesa di san Giovanni.

Secondo alcuni l'animale rappresentato nello stemma di Sternatia sarebbe un basilisco, leggendario rettile che, nelle credenze medievali, uccideva le sue vittime con il solo sguardo. Le leggende popolari raccontano che il basilisco nasce dall'uovo di un gallo; infatti, si crede che se un gallo vive sette anni, cova un uovo che dischiudendosi fa nascere il terrificante rettile dallo sguardo assassino. Secondo una ricerca fatta dall'Istituto Araldico nel 1984, lo stemma di Sternatia non sarebbe né un drago né un basilisco ma un cigno sormontato dalle lettere "STA".

Lo stemma di Sternatia lo troviamo rappresentato anche su qualche altare della chiesa madre Maria SS. Assunta.

Bibliografia

Archivio Comune di SternatiaAA. VV., Guida di Sternatia, Galatina, 1993.G. Arditi, La corografia fisica e storica della Provincia di Terra d'Otranto, Lecce, 1879 – 1885.A. Maglio, Gli stemmi raccontano, supplemento Quotidiano, dicembre 1993.

Elementi correlati

Torna a inizio pagina